Spring is calling: festa botanical

Bluegirl

FLOWER POWER

Oggi potete trovare Angiolina & Audrey sedute alla Tea House delle Petersham Nurseries, appena fuori Richmond in Inghilterra immerse nella natura di una serra un po’ speciale… dove la natura lascia spazio alle tendenza, senza creare troppo contrasto ma solo e semplici effusioni di idee …

In attesa della primavera. Il tessuto botanical ci riporta indietro ancora all’era vittoriana, in un periodo di scoperte. La fantasia si presta da sempre molto bene in accessori, articoli per la casa e sicuramente per l’abbigliamento.

L’ispirazione dal mondo della natura, trova spazio anche in un periodo in cui si cerca di tornare ai valori semplici. I fiori hanno anche un effetto benefico e stanno vivendo una nuova ‘renaissance’.

Tessuti floreali decorano carinamente la casa, mentre nell’abbigliamento fiori e piante dal sapore vintage prendono quel tocco di charme. Illustrazioni evocative e toni del verde da sempre offrono ispirazioni a stilisti di moda e designer. In tutte le epoche.

Poco si conosce sull’antica funzione dei Giardini Botanici, nonostante abbiamo molte testimonianze che risalgono ai tempi molto antichi e sicuramente I primi sono quelli cinesi già nel secondo millennio a.C.  Tutto l’oriente, soprattutto India e Cina, avevano creato strutture per la coltivazione delle specie vegetali utilizzate nella medicina popolare.

6408409-bella-rilassante-giardino-in-stile-cinese-orizzontale

Ma il secolo in cui ha inizio l’esaltazione floreale nella moda è il ‘700, con il gusto barocco.

Molti sono i designer che si sono ispirati da sempre ai fiori. E’ un trend affermato: l’affinità tra moda e flora è tutto un fiorire. Da Alexander McQueen a Galliano, dai fiori di Mary Quant nel 1965 alle rose vintage del bouquet di Kate Moss.

Liberty London famoso per il suo cotone Tana Lawn, già dagli anni venti… Ma tutti gli stilisti e di tutte le epoche, dalla Quant a Yves Saint Laurent, a Bill Blass, a Cacharel, hanno aderito allo stile floreale del Liberty contribuendo così al suo successo.

rosa

Ma sempre restando in Inghilterra… non dimentichiamoci del nome storico di William Morris (ora conosciuto come Morris & Co.)… le sue ‘geometrie’ del 19esimo secolo sono in vogue oggi come quando sono state lanciate e non hanno confini: le troviamo su tessuti come su note book, su accessori personali come quelli per la casa. Come la designer Holly Lasseter, di casa in Somerset… la sua linea di tessuti prende spunto dalla natura che la circonda. Mentre Sanderson è un nome per le carte da parati e i tessuti. La loro prima collezione di tessuti viene prodotta nel 1919. Da allora la brand si riconosce soprattutto per i cotoni, lini e tessuti floreali.

Flower-Blossom-Teal amrapali-fabric-main-1

Gli stampati a foglie e fiori si impongono nell’universo della moda in tutti i colori e sapori. E Garden Collection si chiama la nuova linea di Orla Kiely, designer inglese, tutta ispirata al giardinaggio. Tra gli accessori e i vestiti .. sembra di passeggiare in un prato infinito. Mentre Dolce & Gabbana hanno preferito ispirarsi ai giardini siciliani per il loro Secret Garden, colori intensi e luminosi. I ranuncoli sono stati utilizzati nella collezione di Bain Douche e non dimentichiamo i fiori nelle fresce collezioni di Cacharel e Alberta Ferretti.

I grandi nomi ne hanno fatto uso da tempo, e per ogni stagione le loro collezioni reinterpretano l’uso dei floral in temi diversi. Da Chanel a Valentino, da Gian Battista Valli a Stella McCartney, Moschino … a Dior.

gardenpartyDress_PinterestOLYMPUS DIGITAL CAMERABotanicGardenPortmeirionBG9scarfcluthc2DaisyDesign

borsa color 3

Rose mareComme d’ Habitude Rose Bag

Advertisements
This entry was published on 21/03/2013 at 6:00 am and is filed under Uncategorized. Bookmark the permalink. Follow any comments here with the RSS feed for this post.

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: